X Commissione - Resoconto di mercoledý 11 luglio 2001


Pag. 48

SEDE REFERENTE

Mercoledì 11 luglio 2001. - Presidenza del Presidente Bruno TABACCI. - Interviene il Sottosegretario di Stato per le attività produttive Giovanni Dell'Elce.

La seduta comincia alle 15.15.

Decreto-legge 192/2001: Disposizioni urgenti per salvaguardare i processi di liberalizzazione e privatizzazione di specifici settori dei servizi pubblici.
C. 1194 Governo, approvato dal Senato.
(Seguito dell'esame e conclusione).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato nella seduta del 10 luglio 2001.

Bruno TABACCI, presidente relatore, avverte che non sono stati presentati emendamenti.
Comunica che le Commissioni I, V e XIV hanno espresso parere favorevole sul testo del provvedimento; la II Commissione ha espresso parere favorevole con osservazione, la VI Commissione ha espresso parere favorevole con condizione ed il Comitato per la legislazione ha espresso parere favorevole con condizioni e osservazione.
Si sofferma in particolare sulla condizione posta dalla Commissione finanze, che rafforza le considerazioni già emerse nel dibattito di ieri, nonché sulle significative condizioni poste dal Comitato per la legislazione. Ritiene, peraltro, che, alla luce della condivisa esigenza di convertire sollecitamente il decreto-legge, sia opportuno licenziarlo nel testo approvato dal Senato: dei rilievi formulati dalle Commissioni nei loro pareri si potrà tener conto nel corso dell'esame in Assemblea. Ritiene pertanto confermata l'opportunità di licenziare per l'Assemblea il medesimo testo già approvato dal Senato.

Ruggero RUGGERI (MARGH-U), intervenendo per dichiarazione di voto, fa presente di volersi mantenere al di fuori del coro bipartisan che si è creato attorno al provvedimento, esponendo le motivazioni che lo porteranno ad astenersi dalla votazione. Rivolge rilievi critici al Governo per essersi concentrato su un intervento - che è stato definito protettivo - rivolto esclusivamente ad aspetti riguardanti il capitale finanziario, anziché soffermarsi sulle politiche relative ai piani industriali, in particolare per quanto riguarda la produzione


Pag. 49

di energia ed il modo in cui si intende articolare il relativo mercato. Si chiede, insomma, quale sia lo scenario prefigurato dal Governo per il settore industriale e quale il ruolo che si intende far giocare all'Italia in questo comparto.
Fa presente che le prospettive di sviluppo del mercato vanno nella direzione di concentrazioni e fusioni, mentre nella relazione del presidente Tabacci, peraltro analitica ed interessante, sembra venga auspicata una frammentazione, che non condivide, dei produttori di energia elettrica e dell'ENEL in particolare.

Bruno TABACCI, presidente relatore, si rammarica che il deputato Ruggeri non abbia portato nella seduta di ieri, in cui si è svolto l'esame preliminare del provvedimento, il suo interessante contributo al dibattito. Per quanto riguarda l'interpretazione data alla parte conclusiva della sua relazione, chiarisce di non aver affatto auspicato una frammentazione dell'ENEL, ma di essersi limitato a prefigurare il rischio di nuove forme di eccessiva concentrazione, magari di natura duopolistica.

Gianni VERNETTI (MARGH-U) dichiara che il suo gruppo esprimerà voto favorevole riservandosi, come già preannunciato nella seduta di ieri, di presentare in Assemblea un ordine del giorno - che sarà probabilmente espressione di tutte le forze che si riconoscono nell'Ulivo - volto a rafforzare alcuni passaggi che si ritrovano nella relazione svolta ieri nonché alcuni dei rilievi formulati dalle Commissioni competenti nell'espressione dei loro pareri.

Bruno TABACCI, presidente relatore, accoglie con soddisfazione la conferma dell'intenzione di presentare ordini del giorno in Assemblea, in quanto ritiene indispensabile una rigorosa applicazione del decreto-legge - che del resto il Governo ha già assicurato nella seduta di ieri - anche in riferimento alle fattispecie che si sono determinate successivamente alla sua emanazione.

La Commissione delibera di conferire il mandato al relatore, onorevole Tabacci, a riferire in senso favorevole all'Assemblea sul testo del disegno di legge n. 1194, come approvato dal Senato. Delibera altresì di chiedere l'autorizzazione a riferire oralmente.

Bruno TABACCI, presidente, si riserva di designare i membri del Comitato dei nove sulla base delle indicazioni dei gruppi.

La seduta termina alle 15.30.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 15.35 alle 15.50.