XIV LEGISLATURA

PROGETTO DI LEGGE - N. 2015




        Onorevoli Colleghi! - Analogamente a quanto previsto dalla legge 18 marzo 1968, n. 263 ("Riconoscimento in favore dei partecipanti alla guerra 1914-1918 e alle guerre precedenti"), istitutiva dell'Ordine di Vittorio Veneto, con la presente proposta di legge si intende conferire l'onorificenza di Cavaliere della Patria a quanti combatterono durante il secondo conflitto mondiale.
        Riteniamo, infatti, che lo Stato abbia l'obbligo di dimostrare il suo apprezzamento nei confronti di coloro che hanno compiuto il proprio dovere, rendendo omaggio non tanto a quei valori che attengono al concetto di guerra quanto a quelli che esaltano l'umanitÓ del sacrificio, dell'eroismo, della dedizione. E tale obbligo, peraltro, non pu˛ essere cancellato dalle valutazioni che nel tempo scaturiscono dalle evoluzioni politiche nÚ dall'esito delle guerre. I soldati del secondo conflitto mondiale, come quelli della guerra del 1914-1918, combatterono per la Patria e il loro sacrificio va quindi rispettato e riconosciuto.
        A questi princýpi ispiratori aderisce la presente proposta di legge, che conferisce l'onorificenza di Cavaliere della Patria ai combattenti, mutilati e invalidi civili di guerra del conflitto 1940-1945, compresi coloro che operarono sui fronti del nord e sud d'Italia. L'onorificenza non comporta alcuna spettanza di carattere finanziario, stante il carattere altamente morale che tale onorifica distinzione riveste da un punto di vista istituzionale.
        Si tratta di un'iniziativa che intende non solo rispondere alle precise ed accorate istanze avanzate dai combattenti di tutti i fronti e dalle associazioni maggiormente rappresentative ma, al tempo stesso, realizzare - sulla scia di quanto giÓ avvenuto in altre nazioni - una pi¨ salda unione degli animi, nel nome d'Italia, in una prospettiva di pacificazione e solidarietÓ nazionale.




Frontespizio Testo articoli