Doc. IV, n. 10-A




Onorevoli Colleghi! - La Giunta riferisce su una richiesta di autorizzazione all'acquisizione dei tabulati telefonici avanzata dal dottor Francesco Todisco, giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Napoli, in data 19 luglio 2004, nell'ambito di un procedimento penale (il n. 23403/04 RGNR) contro ignoti per il reato di calunnia (articolo 368 del codice penale) in danno del deputato Lorenzo Diana.
Innanzitutto, occorre sottolineare che si tratta di una delle prime applicazioni dell'articolo 4 della legge n. 140 del 2003, che prevede, a prescindere dalla posizione rivestita dal parlamentare nel procedimento, che l'acquisizione dei suoi tabulati telefonici sia autorizzata dalla Camera di appartenenza.
Nel caso di specie, la Giunta, esaminato il caso nella seduta del 28 luglio 2004, si è unanimemente orientata per la concessione dell'autorizzazione. Ciò anche in base ai fatti oggetto del procedimento su cui ha offerto chiarimenti il deputato Diana in una lettera inviata alla Giunta. Egli ha esposto di aver denunciato all'autorità giudiziaria di aver ricevuto minacce telefoniche da parte di terzi ignoti, che gli hanno preannunciato che vi era un disegno calunnioso ai suoi danni. Non importa qui scendere nel merito della vicenda, anche perché l'indagine su di essa è solo alle battute iniziali, pur se non si può tacere che - come è stato rilevato in sede d'esame nella predetta seduta della Giunta - l'ipotesi di calunnia formulata dalla pubblica accusa appare in qualche misura un azzardo investigativo. Meglio sarebbe stato aprire un fascicolo per reati contro la libertà morale.
Tali elementi hanno indotto la Giunta a considerare che l'autorizzazione richiesta è volta a consentire indagini nell'interesse del deputato Diana e del libero esercizio della sua funzione. Pertanto, con voto unanime e conformemente al precedente del Doc. IV, n. 6/A. concernente il deputato Buontempo, la Giunta propone all'Assemblea di concedere l'autorizzazione ad acquisire i tabulati telefonici richiesti, ai sensi dell'articolo 4 della legge n. 140 del 2003.

Giuseppe FANFANI, relatore.


Frontespizio